I veri costi della politica

La Banca d’Italia ha aggiornato il conto sul denaro che i contribuenti italiani continuano a versare nelle casse dello Stato per contribuire al Fondo Salva Stati (la sigla utilizzata è EFSF che sta per European Financial Stability Facility) e al suo erede, il Meccanismo di Stabilità Europea (la sigla è ESM, ossia European Stability Mechanism).

Questi soldi, come avevo già spiegato tempo fa in questo articolo, servono sostanzialmente a prendere denaro dalle tasche dei cittadini per trasferirlo nelle casse dello Stato; dalle casse dello Stato finiscono in quelle delle istituzioni europee sovranazionali create per “salvare” gli Stati in difficoltà (EFSF e MES appunto). Da questi organismi, i fondi vengono poi trasferiti ai paesi in difficoltà (Grecia, Portogallo, Irlanda, Spagna, Cipro), in modo che questi paesi possano così ripagare i propri debiti (per lo più privati, non pubblici!) e restituire i soldi ai loro creditori. E chi sono i loro creditori? In primis, banche tedesche e francesi che, da un lato, hanno acquistato i titoli di Stato dei paesi della periferia; dall’altro, soprattutto, hanno prestato soldi a famiglie, aziende e banche del sud Europa, facendo così aumentare il debito privato verso l’estero di questi paesi.

Ecco cos’è in pratica l’austerità, ecco a cosa servono i sacrifici che continuano a chiederci.

Il conto (secondo i dati della Banca d’Italia, p. 18) ammonta a 50 miliardi e 839 milioni di euro! E ovviamente il tassametro corre (considerando che l’Italia ha firmato anche il “Fiscal compact” e continuerà a contribuire al MES):

spese più europa agosto

Ora, senza voler entrare troppo nel tecnico, vorrei invitare tutti a ragionare su una cosa: i numeri.

Nel solo 2012, se si mettono a confronto i numeri della cosiddetta casta e quelli relativi ai costi del “Più Europa” (tanto caro a sinistra) questo è ciò che emerge (e ripeto solo per il 2012):

67

E forse così si capisce meglio dove voglio arrivare:

68

Questo non per sollevare un’intera classe politica dalla responsabilità delle proprie scelte, che è enorme (dal momento che nessun movimento politico è mai stato veramente critico rispetto all’adesione all’Unione Monetaria e all’Euro), ma semplicemente per dire che i veri costi della politica sono le scelte sbagliate. L’adesione alla moneta unica prima e l’odierna difesa a oltranza della nostra permanenza ne sono l’emblema più evidente.

Daniele Della Bona

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Articoli e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

11 risposte a I veri costi della politica

  1. matibrama ha detto:

    Sono ignorantissima in materia: se non mi definisci il “più Europa” capisco ben poco, ovvero capisco che si riferisce solo ed esclusivamente a questi due meccanismi successivi di finanziamento dei debiti, con soldi pubblici per ripagare debiti privati e pubblici, a creditori privati. Solo questo significa Più Europa?….e io che mi credevo che potesse significare anche: acquisizione delle buone pratiche nella spesa sociale, nella scuola e formazione,nella sanità…… nei diritti tout court…….povera illusa!

  2. patrizia crescenzi ha detto:

    Mi sembra interessante invitarvi anche all’analisi dei dati statistici allaegati a:The European Commission’s 2012 State Aid Scoreboard. Vi allego il sito http://ec.europa.eu/competition/state_aid/studies_reports/expenditure.html

    II. State aid in the context of the financial and economic crisis
    •Table: State aid approved (2008 – Oct 2012) and state aid used (2008 – 2011) in the context of the financial and economic crisis to the financial sector (2008 – 2011), in billion Euro
    Io sono molto perplessa.

  3. Lello ha detto:

    Il problema che la gente non crede a tutto questo,almeno la maggior parte delle persone che conosco, e spero che cominciano a interessarsi di questa situazione. Io non sono un politico ne un economista, ma mi informo molto su questa questione….

  4. memmttoscana ha detto:

    Ma infatti il paradosso è che proprio con la scusa di voler “disciplinare” i politici corrotti e spendaccioni si è deciso di privare i governi del potere di emissione monetaria, creando banche centrali indipendenti come garanti dei mercati finanziari. A me sembra che questo tipo di analisi antropologica della classe politica sia il classico specchietto per le allodole. Cioè l’idea che va per la maggiore sarebbe questa, se capisco bene: cambiamo le persone di adesso con altre migliori, ma se si capisse che invece il problema sta a monte ed è strutturale, in un solo colpo potremmo cambiare la consapevolezza dell’opinione pubblica su questa struttura di fondo (quella per cui oggi i governi si devono finanziare sul mercato) e automaticamente cadrebbero anche tutti quei politici che difendono questa stessa struttura.

  5. Pingback: I costi della politica | Rovato 5 stelle

  6. Pingback: Dove vanno i soldi dell’ITALIA? in ESFS & MES .. cosa sono questi contenitori? | 6 VIOLA

  7. Pingback: Dove vanno i soldi dell’ITALIA? in ESFS & MES .. cosa sono questi contenitori? (euro=arma_di_distruzione_di_massa) | 6 VIOLA

  8. Andrea ha detto:

    Finchè non c’è un movimento politico che sposi interamente queste idee, queste rischiano di rimanere lettera morta! Ho visto che nel M5S esiste un dibattito sulla MMT, ma nei loro comunicati anti-euro non ho mai sentito dare spiegazioni adeguate ma solo slogan tipo “l’euro è morto” senza spiegazioni. Occorrerebbe definire un messaggio mediatico forte e semplice ma con un contenuto serio, adatto anche alla famosa massaia di Voghera.

  9. Pingback: sara' vero................ - Pagina 69 - I Forum di Investireoggi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...