Il sindaco di Signa: «A giugno 60 famiglie senza reddito». Gli attivisti Me-Mmt: «Colpa dell’euro che serve solo a imporre sacrifici inutili»

Il folto pubblico intervenuto a Signa   [clicca sull'immagine per le altre foto]

Il folto pubblico intervenuto a Signa [clicca sull’immagine per le altre foto]

«Se la situazione non si sbloccherà, a giugno avremo sessanta famiglie senza reddito». Sono le parole del sindaco di Signa, Alberto Cristianini, intervenuto nel corso dell’affollato convegno organizzato in città lunedì sera da Fabio Bonciani e Fabrizio Botti, attivisti locali dell’associazione “Me-Mmt Toscana – Economia per la Piena Occupazione”. Il primo cittadino si riferisce alla situazione per cui le risorse della cassa integrazione in deroga potrebbero terminare il prossimo giugno, lasciando così una sessantina di lavoratori e relative famiglie in mezzo a una strada. Cristianini ha messo in evidenza l’emergenza sociale che sta attraversando anche Signa e anche l’annoso problema del patto di stabilità.

«La colpa di questa situazione è del sistema euro — hanno spiegato alla platea Filippo Abbate, Matteo Bernabè e Daniele Della Bona, attivisti dell’associazione e relatori dell’evento —. L’euro, moneta non sovrana, è un vero e proprio strumento di governo che non solo sta distruggendo le nostre economie ma viene usato per dettare l’agenda politica dei governi per imporre sacrifici inutili e condizioni di lavoro impensabili fino a trent’anni fa».

Per uscire dalla crisi, i relatori hanno portato all’attenzione del folto pubblico (cento i presenti) la proposta della Mosler Economics – Modern Money Theory, basata sul recupero della sovranità monetaria e l’applicazione della piena occupazione, attraverso i programmi di lavoro garantito (Plg). «La nostra idea – hanno spiegato – è quella di portare fra la gente comune, casalinghe, studenti, operai quella conoscenza in tema di economia e di cause della crisi che i nostri media nazionali si ostinano a non voler spiegare alla gente. L’economia e la disoccupazione possono uccidere, questo è un fatto che ormai vediamo quotidianamente; noi portiamo, grazie a studi e ricerche di economisti internazionali di massimo livello, una soluzione salva vite. Chiunque voglia organizzare un evento con noi è il benvenuto: noi ci siamo».

I partecipanti sono rimasti in sala per oltre tre ore, fino a tarda notte, per sentire parlare di economia, crisi, lavoro, euro, sistema monetario e curiose di capire come uscire dal disastro sociale ed economico che stiamo affrontando ogni giorno.

Dopo Pisa, Margine Coperta (Pt) e Signa, il “tour” per la Toscana dell’associazione prosegue con un altro incontro in programma domenica 21 aprile a Pistoia, ore 16.00.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Comunicati, Eventi & Conferenze. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...